Skip to main content

Posts

Showing posts from May, 2013

Restyling violento

Dopo aver finito lo storyboard mi sono reso conto che i personaggi disegnati, per quanto mi andassero bene come costumi non mi convincevano assolutamente nel loro stile e nel loro rapporto con l'ambiente, ho deciso quindi di fare un restyle completo di tutti i personaggi, molto più cartoon da affiancare ad un ambiente invece particolarmente realistico. Visione tremendamente francese del fumetto si potrebbe dire, io potrei rispondere non molto se guardate lo storyboard ;)

sperimentando..

Ho sperimentato con la pittura digitale e con l'inchiostrazione su una foto di "Aliai" che utilizzerò come comparsa nella seconda scena quando un gruppo di paninari offre da bere ad una ragazza, mentre il nostro portagonista squattrinato cerca nel fonde delle sue tasche qualche spicciolo. Pensavo a questo punto di riproporre la stessa inquadratura particolare con Elena, con la variante del braccio destro alzato per tenere in mano una sigaretta e la testa rivolta verso la sua detra, cosi da proporre un trequarti visto dall'altro mentre fuma. Data la particolarità dell'obbiettivo e dell'inquadratura dall'alto vorrei sfruttarla per dargli un senso, un motivo per cui possa esser usata, esempio per inquadrare completamente uno spazio angusto, tipo l'interno di un piccolo bagno pubblico, che fa molto "noi ragazzi dello zoo di Berlino" ci ricadrebbe a pennello.

Character design - Skinhead

Anche se lo scopo di queste tavole era studiare il costume, dato che l'abbigliamento dello skinhead è una divisa e non c'era molto tra cui scegliere, ho cercato di rappresentarli fin da subito mentre compiono azioni semplici, come camminare o mentre i due recitano la loro parte: "i casinari ubriachi".

Elela - UN NOME CHE FA TREMARE...

UN NOME CHE FA TREMARE..Un nome che fa paura. Un nome da cui si scappa. Innominabile.
Sembra impossibile che chi porta un nome come questo possa aggirarsi di nascosto, tra i nostri ragazzi, tra i nostri amici, tra i nostri genitori come tra i nostri figli.
Subdola e potente è stata capace di vincere una guerra contro gli stati uniti d'America, non c'è polizia, reparto speciale o commando addestrato che siano in grado di fronteggiarla.
Il suo nome continua a comparire tra le pagine dei nostri quotidiani, cronaca nera, terrorismo, mafia, gossip, è capace di spaccare una città, distruggere vite e famiglie, il suo nome risuona nelle menti dei suoi schiavi, risuona nella mente delle forze dell'ordine, un nemico che risorge, una compagna che non dimentichi, il suo nome risuona nelle stanze dei psicologi, capace di essere acqua dei quartieri in miseria, infiltrarsi nelle scuole come nelle prigioni, diventare il pane dei miserabili, lapide delle rockstar e una compagna d'oro p…

Sviluppo di un Urban Sketch: LE TRE FASI

Urban Sketch

Un altro sketch, sfruttando la medesima tecnica/maniera con la quale andrò a sviluppare i definitivi per il progetto italiano.

Realiazzato durante la lezione diFrancesco Frosi presso Scuola Internazionale di Comics. Argomento: Prospettiva, il fisheye

Marco

Progetto Italiano al corso scuola internazionale di comics. Che presenerò una volta terminato all'attenzione dell'editore BeccoGiallo per la collana "Quartieri" — con Antonio Menin e Francesco Frosi.

Urban Sketch - Alia

Urban Sketch - Treno per Conegliano